apple

Apple aggiorna gli iPhone per farli diventare inattaccabili dalla Polizia

Ricordate lo scontro tra FBI e Apple , quando più volte si rifiutarono di sbloccare l’iPhone del terrorista di San Bernardino ?

Apple. La disputa, alla fine, si rivelò inutile.

Le forze dell’ordine americane insieme ai servizi segreti riuscirono infatti a sbloccare il telefono ed accedere ai dati sensibili, con le loro sole forze.

Certamente, a casa Cupertino non hanno gradito la conclusione di quella storia.

Visto che oggi Apple ha detto che, dal futuro aggiornamento del sistema iOS 12, i modi più comuni utilizzati per accedere alla memoria dei suoi dispositivi diventeranno inutili.

Le impostazioni di fabbrica degli iPhone verranno cambiate e sostituite.

Tutto ciò per bloccare qualsiasi comunicazione illegale tramite la porta del cavo lightning (usata anche per la ricarica della batteria ed altro) se il telefono non viene sbloccato da più di 60 minuti.

È proprio tramite quel cavo, difatti, che le strumentazioni tecnologiche utilizzate da aziende specializzate come GrayShift, Cellebrite e altre si collegano agli iPhone.

Per evitare ed eludere il limite del numero di password che si possono provare prima che il telefono si blocchi del tutto arrestandosi (o addirittura elimini i dati sensibili al suo interno).

Apple ha infatti più volte detto come queste misure salvaguardano e tutelano gli iPhone.

Soprattutto da spie, hacker, criminali e altri che utilizzano programmi malware per trasformare i telefoni cellulari spia.

Bloccando l’accesso diretto ai telefoni in cui, ormai, teniamo la maggior parte dei nostri dati privati.

L’aggiornamento, ha detto sempre l’azienda di Cupertino, è progettato anche per difendere gli utenti.

Tutti quelli che risiedono in nazioni in cui “le forze di polizia sequestrano e tentano di accedere ai dispositivi senza dover sottostare alle stesse regole previste dalla legge americana”.

Basti pensare ai regimi in cui questi modi vengono usati per procurarsi prove contro gli oppositori.

Per capire l’importanza di questo aggiornamento (perlomeno finché non troveranno nuove maniere per accedere nei dispositivi).

Autore dell'articolo: polinet